Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza.

ANP Veneto

Le nuove regole per le pensioni nella scuola a partire dal 1 gennaio 2012

Pubblichiamo di seguito un articolo di Giuliano Coan, consulente di Anp in materia previsenziale, relativo alle nuove regole in materia pensionistica che entreranno in vigore dal 1 gennaio 2012. 

Per tranquillizzare i colleghi che hanno già maturato 40 anni utili a pensione entro il 31 dicembre 2011 va ribadito che l'applicazione del sistema contributivo dal 1 gennaio 2012 non li riguarda. La loro pensione continuerà ad essere calcolata con il sistema retributivo se più favorevole.

______________________________

LE NUOVE REGOLE PER LE PENSIONI NELLA SCUOLA DAL 2012
di Giuliano Coan

Il decreto legge 201/2011 convertito in legge il 22 dicembre 2011, n.214, meglio conosciuto come decreto Salva-Italia, rappresenta la quarta manovra nel biennio 2010/2011 [Il testo del DL 6 dicembre 2011, n.201 coordinato con la legge di conversione 22 dicembre 2011, n. 214, recante: «Disposizioni urgenti per la crescita, l'equità e il consolidamento dei conti pubblici», e è pubblicato
tra le News del 28/12/2011 del sito dell’Anp. NdR]. Interviene drasticamente e pesantemente nella materia previdenziale realizzando una riforma dell’intero sistema con modifiche riguardanti sia i requisiti anagrafici e contributivi di accesso alla pensione, sia le modalità di calcolo del trattamento. Prima di illustrare le novità di maggior rilievo è importante ribadire che le stesse non riguardano chi, entro la data del 31 dicembre
2011, abbia maturato i requisiti di accesso alla pensione previsti dalla normativa preesistente. In tal caso sono fatte salve le vecchie regole, sia in riferimento al diritto al pensionamento che alla misura del trattamento. In pratica non sono interessati nella scuola coloro che potevano già dimissionarsi entro il 31.08.2011 e invece hanno deciso di continuare il rapporto di lavoro.

Leggi tutto

Stampa Email

Templates by BIGtheme NET